Articoli

In Orthobene

Vestito d'elci, il monte s'inalza nel cielo. Ai suoi piedi ecco Nuoro, bella flessuosa pantera.
All'aliar del vento si scambiano strane parole gli alberi: una leggenda si raccontan di morte?
Una leggenda fiera di sangue e d'odio? Forse: chè di sussulti e strani brividi ogni elee trema.
Ma dalla cima, dolce e bello nell'atto — o Jerace, che nell'immoto bronzo sai trasfonder la vita! —
il Redentore stende la mano benedicente sopra la terra antica, e parla come allora
che nel giovine mondo passava, dicendo alle turbe umili, una parola di conforto e d'amore:
— Taccia la bieca voce dell'odio! sian monde di sangue le mani vostre, o figli miei derelitti! Brilli
entro i semplici cuori qual fiamma d'amore, e saranno benedette le vostre dure fatiche! Amate! —
Tal su la terra antica la voce divina si spande. Piove la pace a rivi giù dagli azzurri cieli.

VINCENZO SORO (1909)