All'ortobene, a distanza di 40 anni

Dal 1901, regolarmente, anno per anno e, particolarmente nei mesi estivi, il Redentore è continua meta di turisti e di visitatori.
Abbiamo riportato dettagliatamente gli avvenimenti del lontano 1901: vogliamo oggi dare uno sguardo all'anno 1941, cioè quarantanni esatti dallo storico avvenimento.

Leggi tutto: All'ortobene, a distanza di 40 anni

Ortobene

Elei solenni, erboso limitare Di eremi deserti, un voi d'astore Nel mezzogiorno, palpiti di mare, Una preghiera, un canto di pastore. E giù Nuoro, soave e maledetta, Cuor di Sardegna: e intorno, nell'aperto Fulgore del mattino, il vasto serto
Dei monti, arsi, di sole e di vendetta.

Leggi tutto: Ortobene

Bustianu e l'Orthobene

Pubblichiamo alcuni ricordi di Sebastiano Satta, scritti dall'Avv. Ciriaco Offeddu nel lontano 1924.
«Aveva un culto per l'Orthobene: ne aveva fatto una persona vivente, quasi una divinità.
Lontano da Nuoro in una lieta visione vede il suo bel monte:

Leggi tutto: Bustianu e l'Orthobene

Le origini del monte

«L'Ortobene, scriveva il Rovinetti, non più di un secolo fa, veniva giustamente considerato come uno dei monti più interessanti e suggestivi dell'Isola, grazie ai meravigliosi boschi di querce che si estendevano ininterrottamente dalla base alla sommità.

Leggi tutto: Le origini del monte

In Orthobene

Vestito d'elci, il monte s'inalza nel cielo. Ai suoi piedi ecco Nuoro, bella flessuosa pantera.
All'aliar del vento si scambiano strane parole gli alberi: una leggenda si raccontan di morte?
Una leggenda fiera di sangue e d'odio? Forse: chè di sussulti e strani brividi ogni elee trema.
Ma dalla cima, dolce e bello nell'atto — o Jerace, che nell'immoto bronzo sai trasfonder la vita! —
il Redentore stende la mano benedicente sopra la terra antica, e parla come allora
che nel giovine mondo passava, dicendo alle turbe umili, una parola di conforto e d'amore:
— Taccia la bieca voce dell'odio! sian monde di sangue le mani vostre, o figli miei derelitti! Brilli
entro i semplici cuori qual fiamma d'amore, e saranno benedette le vostre dure fatiche! Amate! —
Tal su la terra antica la voce divina si spande. Piove la pace a rivi giù dagli azzurri cieli.

VINCENZO SORO (1909)

Agosto 1899: Festa all'Ortobene

«A Nuoro, l'afa opprimente della settimana scorsa* è cessata, scriveva la «Nuova Sardegna» il 25 agosto 1899, ed ora un venticello fresco ravviva e ristora, dando la possibilità alle liete brigate di recarsi all'Ortobene.

Leggi tutto: Agosto 1899: Festa all'Ortobene