Intervento convegno Valorizzazione e rilancio del Monte Ortobene

INTERVENTO DEL PRESIDENTE GRAZIANO COSTA AL DIBATTITO SULLA "VALORIZZAZIONE E RILANCIO DEL MONTE ORTOBENE" tenuto a Nuoro nella Biblioteca S.SATTA 

Tanto è stato detto e per tanto tempo sulla valorizzazione del monte, non voglio aggiungere nulla  sullo stato in cui si trova il nostro monte, perché è sotto gli occhi di tutti  e soprattutto non vorrei essere prolisso ne tanto meno polemico.

Desidero solo avanzare, ovviamente in termini di contributo a questo dibattito, una proposta che poi e anche quella per cui  è nata orthobenessere onlus:

come ben sappiamo l’Ortobene è Zona di Protezione Speciale,  ogni intervento di qualsiasi natura deve essere fatto obbligatoriamente, nel rispetto delle norme che regolano il vincolo ZPS, pertanto  è necessario, prima di ogni altra cosa, approvare questo benedetto Piano di Gestione che ormai da illo tempore sollecitiamo e  per il quale sono state perse ingenti risorse finanziarie stanziate dalla comunità europea per i comuni e i privati.

Per la predisposizione del Piano di Gestione occorre tenere conto delle Linee Guida Comunitarie,  le stesse raccomandano il coinvolgimento di tutti i soggetti, privati e non, quali associazioni ambientali, culturali e  sportive ecc.

Occorre quindi  che i vari soggetti pubblici e privati che hanno a cuore il monte interagiscano fra loro, cioè Comune, Provincia, Università, Ente Foreste, Scuole, Chiesa, associazioni ambientali, culturali e sportive, proprietari di case e di strutture ricettive, ristoranti, alberghi, Bed & Breakfast, agriturismi, ovviamente con un opportuno coordinamento, non solo per supplire alla carenza di risorse ma fare sistema, rete, integrazione! Ovvero uno sviluppo sostenibile come previsto dai legislatori comunitari.

Ecco cosa desideriamo, che questo vincolo della ZPS, diventi una opportunità di sviluppo e di lavoro anche per quelle professionalità che sono rimaste inascoltate per tanto tempo, in particolare  agronomi, archeologi, laureati in scienze ambientali, biologi, guide turistiche.

Insomma noi crediamo che la strada da percorre sia quella dell’integrazione pubblico-privato.

E per fare questo dobbiamo coinvolgere tutti e tutti potranno dare il loro contributo.

Ci sono tante persone che nel loro piccolo promuovono l’Ortobene, nella società civile, nelle scuole, penso a Renato Brotzu che porta i bambini delle scuole a visitare il monte, trasmettendogli le sue conoscenze e creando la prima consapevolezza della ricchezza che abbiamo,  ma anche Domenico Ruiu, Nicola Porcu e a tutte le associazioni di mountainbike, trekking  e orienting, culturali, associazioni sportive dilettantistiche, ed educative per l’infanzia, tutte orientate ad attività eco-compatibili ed eco-sostenibili, nessuno escluso.

Il Monte Ortobene deve diventare un BRAND, un marchio che sintetizzi le caratteristiche, le qualità e i valori dell’intero territorio di Nuoro e di tutte le sue attività.

Ribadisco con forza e non aggiungo altro, Orthobenessere Onlus desidera e vuole fortemente il coinvolgimento di tutti perché l’Ortobene è di tutti.

Nuoro lì, 20 Maggio 2011 Presidente Orthobenessere  Onlus

Graziano Costa