la presentazione del bozzetto

In diverse parti d'Italia la maggior parte dei «Ricordi» furono eseguiti in grandi croci di ghisa e qualcuno in simulacro di pietra e di travertino.

Per il progetto del Monte Ortobene la «scelta cadde su di un giovane calabrese, allora residente a Napoli, già noto per altre opere monumentali, civili e religiose, e di cui se ne sentiva l'apostolica missione, specialmente nelle difficili espressioni d'arte mistica nella quale divenne maestro novatore ed insuperabile:

Leggi tutto: la presentazione del bozzetto

Costituzione ed attività del Comitato

Si costituì pertanto a Nuoro, nel novembre del 1899, un Comitato al fine di raccogliere i fondi necessari e quindi dare corso alla ordinazione del Monumento.
Presidente onorario nè fu nominato il Vescovo Demartis, mentre la organizzazione generale fu demandata all'Arciprete Pasquale Lutzu.

Leggi tutto: Costituzione ed attività del Comitato

La lettera invito del Vescovo di Nuoro ai fedeli

Il Vescovo di Nuoro, Mons. Salvator A. Maria Demartis, faceva seguito alla circolare del Comitato locale, inviando il 10 gennaio 1900, la seguente Lettera ai fedeli della propria Diocesi:

Leggi tutto: La lettera invito del Vescovo di Nuoro ai fedeli

l'iniziativa di Papa Leone XIII in ricordo dell'Anno Santo

L'Anno Santo indetto nell'anno 1900 dal Papa Leone XIII si concludeva nella mattinata del 24 Dicembre, vigilia di Natale.
L'avvenimento aveva costituito «una data storica per la Chiesa, consacrando la fine di quel Giubileo, con la chiusura della Porta Santa e con la grandiosità di quel rito nelle quattro basiliche patriarcali.

Leggi tutto: l'iniziativa di Papa Leone XIII in ricordo dell'Anno Santo

il comitato locale sardo

L'invito del Papa veniva calorosamente accolto dal Vescovo di Nuoro Mons. Salvator A. Demartis ed in data 8 settembre 1899 il Comitato Locale Sardo diramava la seguente circolare diretta ai Reverendi Parroci:

Leggi tutto: il comitato locale sardo