residenti nel monte 1901-1940

G.A. Mura -F. Pirari - G. Deledda - C. Offeddu - B. Sanna - Mura-Pirari - De Bernardi - E. Caria - F. Satta - Sanna-Pirari - B. Zoppi - Belloi - G. Ma- rongiu - D. Maxia - P. Congiu - A. Moro - B. Pinna - G. Sanna - C. Basigheddu -    Murgia - Melis - P. Fois - A. Mereu - G. Pinna - Laria - R. Costa - A. Man- coni - B. Sirca - P. Caria - F. Campanelli - A. Satta - T. Visentini - B. Soddu - F.    Funedda - Gallus - P. Mastino - G. Moro - P. Asara - F. Guiso - Pintus -  Pes Mannu - Secchi-Biddau - G. Secchi - Clerici - N. Guiso - Are - Fiorentino - G.    Manconi - Ganga - P. Siotto - V. Satta - G. Secchi - Guiso-Gallisai - Giacobbe - G. Funedda - P. Chironi - Guiso-Macis - G. Cheri - A. Sanna - Don Pepe Ruiu - Selis - F. Zuddas - A. Monni - C. Piga - A. Cualbu - A.L. Are - Pittau - Mossa - S. Satta - Pes-Ganga- Costa- mulas - F.Mura -Sanna - P. Caria - P.Piredda - Ganga noto Predischeschedda -F. Corrias - M.Tedde -Guiso Stagno.

L'annuale processione del 29 agosto

La tradizionale Processione che all'alba del 29 Agosto si snoda dalla Cattedrale di SJML della Neve verso la Statua del Redentore è giunta al 78° anniversario: 1901-1979.
Si ricordano le Processioni guidate dai Vescovi Demartis, Mons. Canepa, Mons. Fossati, Mons. Beccaro, Mons. Melas ed attualmente da Mons. Melis.
Una manifestazione di fede che ci auguriamo continuerà negli anni avvenire.

Anno 1938 feste tradizionali del Redentore

SABATO 27 AGOSTO XVI
Ore 16: Gincana auto-motociclistica (ai primi classificati di ogni categoria saranno aggiudicati oggetti artistici - Alle dame facenti parte delle stesse auto classificate verrà assegnato un premio ricordo). Ore 20: Inaugurazione parco divertimenti - pesche miracolose - lotterie varie - alberi di cuccagna - La banda del Dopolavoro Provinciale farà servizio in piazza Vittorio Emanuele. Ore 21: Prima serata di canti popolari sardi.

Leggi tutto: Anno 1938 feste tradizionali del Redentore

A quando la rotabile per il Monte?

«Coi primi caldi di ogni stagione estiva risorge, nel pensiero e nel desiderio di ogni buon nuorese, la sospirata rotabile al monte Ortobene, che dovrebbe diventare finalmente — se i buoni auspici non fallano e le più evidenti necessità hanno diritto a una qualche soddisfazione — meta obbligata e non del tutto ingrata per ogni turista che allunghi fino a Nuoro il suo itinerario sardo: di questa iniziativa si era interessata la stampa locale.

Leggi tutto: A quando la rotabile per il Monte?

La Sagra del Redentore

L'origine di questa sagra risale all'inizio del '900 in occasione del collocamento dell'artistica Statua del Redentore, fusa dallo Jerace e donata alla Sardegna da S.S. Leone XIII, che Nuoro prescelta ad ospitarla, accolse tripudiarne, con festeggiamenti imponentissimi, che richiamarono da tutta l'isola numerose folle, per celebrare l'inaugurazione e consacrazione sulla vetta del monte Ortobene.

Leggi tutto: La Sagra del Redentore

Grazia Deledda e il monte

«Sopra la piccola città, che già era a seicento metri sul livello del mare, sulla cima del Monte sovrastante, fra boschi di lecci e rocce di granito, poco distante dalla proprietà della famiglia di Cosima (nota 12) e dove per la prima volta ella aveva veduto il mare lontano, sorgeva una piccola chiesa detta appunto della Madonna del Monte, su uno spiazzo sollevato e recinto di massi.

Leggi tutto: Grazia Deledda e il monte