Monte Ortobene

il nostro monte

Tutto sull’Ortobene: fauna, flora, geologia, siti archeologici, storie, racconti e molto altro in un’analisi dettagliata della montagna sacra dei Nuoresi, che è entrata nel cuore di tutti. 
Essere l’Ortobene…Viverlo!
“No, non è vero che l’Ortobene possa paragonarsi ad altre montagne; l’Ortobene è uno solo in tutto il mondo, è l’anima nostra, il nostro carattere,tutto ciò che vi è di grande e di piccolo, di dolce e puro e aspro e doloroso in noi”.  Grazia Deledda
INCIPIT

La città di Nuoro sorge ai piedi del Monte Ortobene (Orthobene in nuorese), un’antichissima montagna granitica che, oltre a flora e fauna, conserva storie e tradizioni tutte da scoprire.

La cima è situata nella vetta denominata “Cuccuru Nigheddu” a 955 metri sul livello del mare. In cima al Monte si può ammirare anche la Statua bronzea del Redentore realizzata da Vincenzo Jerace nel 1901 per la quale si celebra una delle feste più importanti dell’isola: la “Festa del Redentore”.

I sentieri dell’Ortobene

All’interno del polmone verde nuorese vi sono una moltitudine di sentieri tutti immersi nella natura dove si possono incontrare complessi rocciosi, floristici e sorgenti d’acqua; il più famoso è sicuramente il sentiero 101, con una lunghezza di 4km (8km andata e ritorno), che parte dalla Chiesetta della Solitudine, situata ai piedi del Monte, per raggiungere infine la statua del Redentore a 925 metri dal livello del mare.

Il legame con la città

L’Ortobene non è una semplice montagna, è il Monte dei Nuoresi e chi lo visita non può far a meno di rimanere incantato dalle sue bellezze. Si può quasi dire che il cuore degli abitanti di Nuoro risieda in questa roccaforte granitica. Il legame tra Nuoro e l’Ortobene non è solo affettivo ma anche strutturale, ne sono un esempio le antiche casette in pietra dei quartieri di Seuna e Santu Predu, realizzate con le pietre provenienti dal monte; o piazza Sebastiano Satta, dove addirittura le rocce sono diventate dei monumenti.

Di grande interesse vi sono poi i panorami visibili dalla cima della montagna, le antiche chiesette, i  luoghi di culto, i siti archeologici, i beni ambientali e le numerosi fonti.
Qui sotto è possibile approfondire tutti gli aspetti del monte Ortobene.