“La località prendeva nome da questo Pino solitario…”  – Grazia Deledda

Su Pinu è la denominazione di una località della periferia sud di Nuoro. E’ anche il Pino alla cui ombra e quiete la giovane Grazia Deledda amava rifugiarsi per contemplare e scrivere. La grande scrittrice sarda, premio Nobel per la Letteratura, ha raccontato della località in numerose lettere e romanzi, dedicandogli perfino una novella, intitolata:  Sotto il Pino.

PRESENTAZIONE
DEL PARCo

AGGIORNAMENTO
SUI LAVORi

chi sta
Partecipando 

novella 
“sotto il pino”

perchè realizzare un parco

raccolta fondi 
per il parco

IL PINO DI GRAZIA DELEDDA

Il Pino di Grazia Deledda era un secolare pino domestico (Pinus-pinea), avente un età superiore ai 200 anni e un’altezza di circa 25 metri. Il Pino si diramava in due ramificazioni principali, delle quali una fu colpita da un fulmine e tagliata. Il maestoso albero si ergeva ai bordi di viale Murichessa, a Nuoro, all’interno di un antico rialto rotondo in pietra che ne delimitava il perimetro.

Il Pino è vissuto fino al 2014 quando, in seguito alle analisi svolte dall’università di Sassari, si decretò la sua morte. Per un lungo periodo di tempo non si ebbe il coraggio di abbattere l’albero, nonostante ormai non ci fosse più nulla da fare. Inizialmente furono rimosse le fronde dei rami più alti per evitare che la pianta si destabilizzasse. In seguito, il 5 febbraio del 2019, il Pino fu abbattuto.

Oggi è possibile visitare un Monumento naturale in memoria del Pino, grazie al duro lavoro dei volontari che hanno saputo imbalsamare il tronco abbattuto nel 2019. Il monumento si trova vicino al rialto, adagiato su un letto di ghiaia e delimitato da dei pali in castagno.

Il Pino di Grazia Deledda era un secolare pino domestico (Pinus-pinea), avente un età superiore ai 200 anni e un’altezza di circa 25 metri. Il Pino si diramava in due ramificazioni principali, delle quali una fu colpita da un fulmine e tagliata. Il maestoso albero si ergeva ai bordi di viale Murichessa, a Nuoro, all’interno di un antico rialto rotondo in pietra che ne delimitava il perimetro.

Il Pino è vissuto fino al 2014 quando, in seguito alle analisi svolte dall’università di Sassari, si decretò la sua morte. Per un lungo periodo di tempo non si ebbe il coraggio di abbattere l’albero, nonostante ormai non ci fosse più nulla da fare. Inizialmente furono rimosse le fronde dei rami più alti per evitare che la pianta si destabilizzasse. In seguito, il 5 febbraio del 2019, il Pino fu abbattuto.

Oggi è possibile visitare un Monumento naturale in memoria del Pino, grazie al duro lavoro dei volontari che hanno saputo imbalsamare il tronco abbattuto nel 2019. Il monumento si trova vicino al rialto, adagiato su un letto di ghiaia e delimitato da dei pali in castagno.

LA LOCALITà

La famiglia della scrittrice aveva diversi terreni situati proprio all’interno della località “Su Pinu” e possedeva una piccola casetta in pietra, una vigna dalla quale produceva un particolare vino, degli alberi di fico e degli orti, che erano alimentati da una vasca d’acqua in pietra. L’intera area è egregiamente descritta dalla scrittrice, sia nella novella “Sotto il Pino”, sia nel romanzo autobiografico “Cosima”, oltre che in numerosissime lettere.

La località fu frequentata, oltre che dalla scrittrice premio Nobel Grazia Deledda, anche da alcuni importanti esponenti del mondo culturale sardo, come Sebastiano Satta e Antonio Ballero, che contribuirono a rendere la città di Nuoro l’Atene Sarda del ‘900.

un PARCO realizzato dai volontari

Questo luogo della memoria da tanti anni versava in uno stato di totale abbandono. Gli elementi descritti dalla Deledda si trovavano ormai degradati dal tempo e dall’incuria.  Il giorno in cui il Pino fu abbattuto, affermammo che un luogo così suggestivo non poteva essere dimenticato dalla comunità e che sarebbe servito un intervento di recupero dell’area. Il 1 giugno 2021, dopo 2 anni di ricerca documentale, di sopraluoghi e progettazione, l’associazione Onlus OrthobenEssere ha presentato, all’interno dell’aula del consiglio comunale, il progetto del parco tematico de “Il Pino di Grazia Deledda”. Un progetto, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, che prevede la riqualificazione completa degli spazi narrati dalla scrittrice nuorese, premio Nobel,  Grazia Deledda. Il nuovo parco, che sarà realizzato dai volontari, sarà aperto a tutti e potrà essere inserito permanentemente all’interno degli itinerari Deleddiani.

ARTICOLI E NOTIZIE
Partecipa anche tu alla realizzazione del parco! 

Iscrivti tra i volontari, oppure contribuisci con una donazione attraverso la raccolta fondi, Grazie!

Galleria fotografica

Prima e Dopo i lavori di pulizia svolti dai volontari